• Wine Terroir Importazione

Teyssier, conferma di un Saint-Èmilion Grand Cru senza tempo

Da Bordeaux giungono buone nuove, anche in un anno difficile per il vino: gli ottimi punteggi per i vini JCP Maltus, Château Teyssier e Le Dome ci scaldano il cuore...

L’inizio di un nuovo anno porta con sé grandi auspici, tra promesse, risoluzioni ed obiettivi. Chi è nel mondo del vino lo sa bene, il nuovo anno è anche portatore di “buone nuove” in termini di valutazioni dei “super critici" di tutto il mondo che lavorano incessantemente tra visite in cantina, assaggi e soprattutto En Primeur nella valutazione delle nuove annate.

Valutazioni che acquistano un valore reale, a nostro parere, quando si tratta di Bordeaux: secondo noi, infatti, va riconosciuto all’areale produttivo di Bordeaux il primato nell’invenzione e nell’utilizzo dei sistemi a punteggio per classificare sottozone e vini - riteniamo quindi rispettoso dell’idea stessa di terroir tenere conto di tali valutazioni.

Febbraio ha dunque visto l’uscita dei nuovi punteggi assegnati all’annata corrente per Bordeaux, parliamo della 2018, confermando due grandi punteggi per uno dei nostri più amati produttori di Saint-Émilion, JCP Maltus.


Château Teyssier, la valutazione di James Suckling

Château Teyssier è il vino che porta il nome della sede aziendale di Sir Jonathan Maltus, fondata nel 1994 a Saint-Émilion, nella riva destra di Bordeaux.

Il vino, un Saint-Émilion Grand Cru, è composto dal 70% di Merlot e un 30% di Cabernet Franc. Dopo la sapiente lavorazione in cantina, affina per 24 mesi in botti di rovere francese per il 25% nuove.

Un vino di carattere, di energia e profondità: un Saint-Émilion Grand Cru che non smette di stupire e che ad ogni sorso rivela la sua longevità.

Con l'annata 2018, Château Teyssier ha ottenuto un punteggio di 94/100 da James Suckling.

Votazione Chateau Teyssier James Suckling
Château Teyssier, la votazione di James Suckling

Le Dôme, la votazione di Decanter

Oltre a Château Teyssier, l’azienda possiede diversi plotti a Saint-Ëmilion applicando il concetto di "vinificazione del singolo vigneto" tanto noto in Borgogna.

Uno dei vini nati in questo modo che ha smosso l’animo degli appassionati oltre che della critica è Le Dôme, frutto della vinificazione di un piccolo appezzamento adiacente ai vigneti di Château Angelus! Da queste terre ne viene fuori un concentrato di potenza e longevità composto dal 80% di Cabernet Franc e 20% di Merlot - una percentuale di Cabernet Franc molto alta rispetto ai comuni blend di questa zona della riva destra di Bordeaux. Un vino incredibile, per prima di essere messo in commercio affina per 24 mesi in sole barrique nuove di rovere francese.

Dopo il successo di diverse annate tra cui le famigerate 2010 e 2016 - annata quest'ultima a cui è andato il tanto sognato 100/100 da Robert Parker e Wine Enthusiast - arriva ancora una grande conferma per la 2018 da Decanter, con uno stellare 97/100!

Bordeaux votazione Decanter vino Le Dome
Le Dôme, la votazione di Decanter

Wine Terroir Srls è importatore in esclusiva e distributore italiano ufficiale per i vini di JCP Maltus.

Per maggiori informazioni, scriveteci a info@wineterroir.it



0 commenti